Presentazione

Comment S’en Sortir ? (CSS) è una rivista universitaria a vocazione internazionale basata in Francia. La rivista è animata da un comitato di redazione, un comitato di lettura e sostenuta da un comitato scientifico. La rivista ha come ambizione di sviluppare una prospettiva femminista, queer, et postcoloniale sui e nei campi – disciplinari o indisciplinati – della ricerca.

CSS s’inscrive più precisamente all’interno di una tradizione di pensiero erede delle teorie critiche, con la volontà di porre nuovamente la domanda persistente di Sarah Kofman: “Come uscirne?” (Comment s’en sortir ?, Paris, Galilée, 1983). Sarah Kofman constatava che i percorsi del pensiero sono minati dal lavoro dell’aporia (teoria/empiria, soggetto/oggetto, natura/cultura, biologico/sociale, dato/costruito, moderno/ postmoderno, occidente/niente, materialità/performatività, maschile/femminile, opera/vita…); aporie ricoperte o al contrario intrattenute, esacerbate dai privilegi epistemici. CSS si colloca all’interno di questa crisi e intende testimoniare della natura prometeica ed eminentemente politica del pensiero, a costo di affrontare e contraddire l’autorità dei metodi e degli statuti, la positività dei fatti o dei dati, la metafisica e i discorsi di verità. Dal lavoro del negativo, del dubbio, della decostruzione o della critica eristica, procedono la generazione creativa, l’ingegnosità tattica del concetto, i laboratori del/dal sé, le pratiche felici del Noi, le etiche di vita, le vite politiche, le economie minoritarie, le potenze di agire così come le utopie. CSS viene dunque a costituire uno spaziotempo possibile per l’incontro di testi, fenomeni, espressioni, sperimentazioni, frizioni, dove dei documenti, inediti, non tradotti o sepolti, contribuiscono a (ri)tracciare dei sentieri a partire da punti di vista situati. Sentieri che non sono tanto dei risultati quanto delle genealogie (CSS è nello stesso tempo una « scatola degli attrezzi », un « arsenale », un « tatami ») dove attingere le forze, l’impegno e le risorse necessarie per affrontare i conflitti intimi, le lotte politiche e gli antagonismi sociali presenti e futuri. In questa prospettiva CSS incarna una praxis nella quale ha luogo il divenire soggetto di coloro che sono comunemente richiamati·e all’ordine, assoggettati·e in oggetti muti del discorso e della conoscenza.

La rivista è disponibile in libero accesso su nostro sito internet – https://commentsensortir.org/ – e propone due volte all’anno dei numeri tematici sulla base di call for papers. I contributi originali che compongono i numeri sono pubblicati in francese e sottoposti a una valutazione secondo il principio double-blind peer review.

Ogni numero di CSS comprende quattro rubriche: un « Manifeste », una rubrica « Rencontre », che contiene una lunga intervista, una rubrica « Frictions », composta da articoli scientifici (di cui un articolo pubblicato nella lingua originale), una rubrica « Arsenal » che presenta le recensioni di opere o di eventi politici e culturali.

Publicités